Autostrade: sì al colosso italo-spagnolo

Il cda di Autostrade ha dato il via libera alla fusione con il gruppo spagnolo Abertis, che sarà completata entro il 2006 e prevede investimenti per 15 miliardi, di cui 11 in Italia. La decisione è giunta al termine di un consiglio di amministrazione durato tre ore, contemporaneamente alla riunione del board del gruppo spagnolo. Gilberto Benetton, primo socio, ha dato notizia della decisione presa. Il ministro Pietro Lunardi: «L’iniziativa va nella direzione della liberalizzazione e dello sviluppo. Vanno però salvaguardati gli investimenti».