Per le autostrade svizzere il franco vale come l’euro

C’è un luogo al mondo dove i tassi di cambio ufficiali non esistono: la Dogana svizzera di Chiasso. Lì, in barba a ogni sforzo del governo della Confederazione elvetica volto a mantenere stabile il concambio, fissato a 1,20 franchi contro euro, la moneta svizzera ha già raggiunto la parità con quella europea. La Dogana svizzera, infatti, ai posti di confine si occupa della vendita della ben nota «vignetta», ossia il pedaggio una tantum che viene pagato per transitare sulle autostrade elevetiche. Ebbene il costo del contrassagno è di 40 franchi, al cambio circa 34 euro (volendo arrotondare in maniera generosa). Ma non per le Dogane svizzere che lo fanno pagare 40 euro (cambio alla pari, con un 20% di guadagno netto) ai malcapitati italiani sprovvisti di valuta locale.