È autunno: fioriscono i pc

Ottimo terzo trimestre per il mercato mondiale dei personal computer. Gartner e Idc confermano la tendenza positiva soprattutto in Europa e Asia. Hp e Dell sempre prima e seconda. Acer accelera, Lenovo insegue

Il mercato dei pc consumer continua a trainare la crescita del settore, spiegano gli analisti di Gartner, in particolare le cosiddette vendite “back-to-school”, tipiche di questa stagione, che sono state il primo fattore di crescita sui mercati cosiddetti maturi. Sul mercato Emea, le vendite di pc hanno raggiunto 22,1 milioni di unità con una percentuale di crescita del 16,4%.

Prezzi e canali
Le vendite hanno di gran lunga superato quelle registrate nel primo e nel secondo trimestre, mostrando un trend di crescita stagionale, come confermano anche i dati di Idc che addirittura parlano di un aumento del 21,7% per i pc e del 37,4% per i notebook, anche se le analisi di Idc considerano separatamente il mercato europeo da quello del Medio Oriente e dell’Africa.
In Europa Occidentale, inoltre, bisogna segnalare anche che la diminuzione costante dei prezzi e l’aumento delle offerte da parte dei venditori di notebook e di pc, che hanno contribuito non poco sia ad attrarre nuovi consumatori che a spingere aziende e utenti privati a cambiare le proprie macchine con modelli più nuovi (in questo caso si può parlare anche di effetto Vista, dato che il nuovo Os di Microsoft si può considerare più maturo). Inoltre questa tendenza si può cogliere ancora meglio analizzando l’aumento costante delle vendite di notebook e pc back-to-school, rispetto ai mercati asiatici, africani e del Medio Oriente. Dove, invece, secondo l’analisi di Idc, gli effetti positivi derivano anche dal potenziamento delle reti di vendita, più capillari e più diffuse anche su mercati ritenuti prima meno importanti, come quelli dei paesi in fase di “take off”. Anche nel mercato degli Stati Uniti, l’aumento delle vendite dei portatili ha influenzato la crescita generale dell’intero mercato, anche se i risultati raggiunti nel trimestre in esame, sono stati inferiori alle aspettative.

Hp sempre al vertice
Le migliori performance, in termini di vendite, in questo terzo trimestre, secondo Gartner, sono state quelle di Hewlett-Packard, che per la quinta volta consecutiva ha mantenuto la prima posizione nel mercato mondiale dei pc, attestandosi ben al di sopra delle stesse previsioni di Gartner.
Dell conquista la prima posizione nelle vendite negli Stati Uniti e ha ottenuto risultati positivi sui mercati europeo e dell’Africa e Medio Oriente anche se il suo tasso di crescita delle vendite è stato minore del tasso di crescita mondiale. A seguire si sono classificati Acer, con un tasso di crescita del 50%, il più alto di tutti, e Lenovo, che invece ha registrato un tasso di crescita molto alto sul mercato dell’Asia e Pacifico.
In America Latina, l’incremento delle vendite, rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente è stato del 23,9%, confermando la crescita del mercato dei notebook ben al di là delle previsioni di tutti gli operatori del settore. I peggiori risultati sono stati registrati, invece, sul mercato giapponese con un decremento del 1,5% per il segmento dei pc, del 3% per il mercato professional e con un aumento di appena l’1% sul mercato interno.
I dati di Idc nella classifica dei primi cinque venditori nel mercato Emea sono perfettamente in linea con quelli di Gartner con la prima e indiscussa posizione di Hp, il secondo posto di Acer (con una crescita del 14,3% nel segmento back-to-school) e poi a seguire Dell, Fujitsu Siemens, Toshiba e Lenovo al sesto posto.