Avance di Prodi e smentite di Bersani

Ieri il ministro Pierluigi Bersani ha smentito le interpretazioni che unanimemente erano state date alla sua «preoccupazione» riguardo al passaggio della quota di controllo di Telecom. Oggi in mano a Olimpia, e dunque a Pirelli. Più o meno il ministro ha detto che il suo era un discorso generale a favore, in determinati casi, della formazione di public company. Bene. Ovviamente al più serio (e liberale) dei ministri di questo governo non possiamo che credere. Ma la dichiarazione fatta ieri a pochi passi da Bersani dal suo presidente Romano Prodi, quella è proprio difficile da digerire: nessun problema a un investimento russo in Telecom. E sì, domani Marco Tronchetti Provera cede la sua quota ai russi (e interessati) di Sistema e sono tutti là ad appludirlo: «Ma certo, ma come ha fatto bene, ancora, di nuovo». Ma va là.