Avanguardia, danza e ragazzi in XV municipio

La stagione della sala di via Maiorana parte oggi con un fragile «Macbeth»

Macbeth perde la corazza e diventa un uomo qualunque. La gelosia di Otello si fa tridimensionale. Sperimentazione all’avanguardia nel cartellone dell’Arvalia, il teatro del XV municipio in via Quirino Maiorana al Portuense.
La prima è in programma oggi alle 21 con una nuova versione del Macbeth. Sul palcoscenico Luigi Tabita, con la compagnia L’Officina del Teatro, punta sulla fragilità del personaggio shakespeariano che, in apparenza forte, si nasconde dietro una «corazza», ma di terracotta. Dal 15 al 16 novembre tocca a Massimo Perugini (giovane coreografo di fama internazionale) e alla sua compagnia «Grigioverde» alle prese con Faceless, una performance che andrà in scena anche in Palestina. Gli otto danzatori, quasi sempre tutti sul piccolo palcoscenico, attraverso il movimento e la gestualità, mettono a confronto la cultura orientale e quella occidentale. Il 20 e il 21, è di scena Il Festino, per la regia di Emma Dante con Gaetano Bruno. Dal 5 al 7 dicembre, in prima nazionale, tocca a La tartaruga in bicicletta in discesa va veloce, l'incontro con la «follia» e la storia di una Casa-Famiglia per degenti psichiatrici.
Per i ragazzi delle scuole medie e superiori ci sono due divertenti spettacoli: Me&Me, Ombrello e Bastone con Riccardo Caporossi e Vincenzo Preziosa, in programma dal 9 al 21 dicembre; I racconti delle grandezze (il 27 e il 28 febbraio) che condurranno i giovani spettatori in un mondo dominato da inconsuete suggestioni.
Anche l’Otello non sfugge alla tecnologia: Roberto Latini interpreta Desdemona e Otello sono morti (dal 20 al 22 marzo) ricorrendo agli effetti speciali dell’aurofonia (che dà al suono una resa tridimensionale) e la motion capture (particolare tecnica di animazione). Dulcis in fundo, il 15 e il 17 maggio, c’è Il mare in tasca con César Brie e la musica di Antonio Vivaldi. È la storia di un attore che, svegliatosi, scopre di essere stato trasformato in un prete.
Info: www.teatroarvalia.it