Avanti popolo con la rottamazione: dietro si nasconde la mano dell’Erario

Ci risiamo! Con la scusa dell’inquinamento, torna in ballo la rottamazione: «L’emendamento preso in esame dal Centro Studi Promotor - ha detto Quagliano - prevede, per coloro che acquistano una vettura nuova e ne rottamano una Euro 1 o Euro 0, un bonus di 800 euro e l’esenzione dal bollo per tre anni, se la nuova auto ha cilindrata fino a 1.300 cc e per due anni, se ha cilindrata superiore. Quantificando le esenzioni dal bollo, il valore medio dell’incentivo, secondo il Centro Studi Promotor, è di 1.187 euro per le auto fino a 1.300 cc e di 1.242 euro per quelle con cilindrata superiore». Una vera manna che fa prevedere un aumento da 2milioni e 330mila a 2milioni e 610mila immatricolazioni per il 2007 con un incremento per l’erario di 556 milioni di euro: questo è il vero scopo della rottamazione che va a colpire essenzialmente i ceti meno abbienti che non possono aggiornarsi continuamente con le automobili. Ma andiamo ad analizzare cosa significa immettere sul mercato circa 300mila vetture nuove in più del ricambio fisiologico: ammettendo che l’inquinamento sia proporzionale al consumo energetico, per ogni vettura di media cilindrata occorrono, per la sua costruzione, circa 35.000 kWh di energia primaria prodotta per l’80% col petrolio; tradotto in percorso chilometrico di una vettura media corrisponde a circa 45mila chilometri: praticamente mettiamo sul mercato una macchina che ha già inquinato all’atto della sua costruzione; questo significa che una vecchia macchina da rottamare con consumi maggiori del 5% rispetto alla nuova per raggiungere quell’inquinamento dovrebbe ancora percorre oltre 1 milione di km. Facendo un riscontro con gli incentivi adottati alla fine del dicembre 1996, nel 1997 risultò un maggior gettito per l’Erario di 1.400 miliardi di lire e, secondo la stima della Banca d’Italia, una crescita del Pil dello 0,5% (fonte: Il Sole 24 Ore del 5/12/2006). Avanti popolo con la rottamazione! L’erario e l’industria sono già in attesa!