«Avanti sul ticket, la città lo vuole»

Ma sull’Ici il sindaco frena: «Con questa finanziaria tagli più difficili»

Senza sbandamenti sul ticket, in sterzata sulla diminuzione dell’Ici. Il sindaco fa il punto sui temi forti del dibattito delle ultime settimane, finanziaria e lotta allo smog. Sulla tassa per le auto: «Molti mi fermano per strada, mi chiedono, vogliono sapere: i cittadini sono consapevoli delle difficoltà ma mi spingono a essere determinata». Sulla manovra: «Quando un comune virtuoso come Milano viene penalizzato, diventa sempre più difficile l’impegno alla riduzione dell’Ici».
Così Letizia Moratti conferma l’intenzione di andare avanti sul ticket, ribattezzato con il termine più neutro e politicamente corretto di tariffazione. Il sindaco dice di non essere rimasta sorpresa dal risultato del sondaggio Euromedia: «Ho avvertito come necessario il conforto del sondaggio, che dice che sei milanesi su dieci sono favorevoli alla tariffa sull’inquinamento, chiedono che la tariffa sia dimensionata all'inquinamento, e vedono con favore la discussione con la Regione e la Provincia». È previsto per oggi un nuovo faccia a faccia tra il sindaco e Roberto Formigoni, che continua a essere contrario al ticket, preferendo un sistema di incentivi. E di potenziamento dei trasporti pubblici e incentivi per la mobilità, si è parlato durante la riunione al Pirellone tra gli assessori di Comune, Provincia e Regione. Allo studio un primo pacchetto di interventi da realizzare nel 2007.