Avanza la scuderia Fiat

Piazza Affari, in linea con l’andamento delle altre Borse europee, ha concluso la giornata di ieri con un rafforzamento dei principali indici intorno allo 0,5% e solo il Techstars registra una limatura dello 0,18%. I valori non hanno superato 3 miliardi di euro. Protagonista del mercato la Fiat, in rialzo dell’1,6% che ha superato quota 11 euro, con riflessi per le holding del gruppo, che migliorano intorno al 2%. All’opposto l’andamento di Juventus, in calo del 6,7% che sconta la sentenza della Corte federale sullo scandalo calciopoli. Sempre in fermento il comparto bancario, con chiusura in calo per Popolare Milano (meno 3%), dopo la presentazione dei conti trimestrali; regge Bpi (più 1%), ma in deciso calo i warrant, nel secondo giorno di trattazione. E cresce Montepaschi dell’1,7%. Negli assicurativi nuovi fermenti per Cattolica (più 6,2%), per i rumors circa una aggregazione con Popolare Verona e Novara. I risultati di Stm non hanno convinto i mercati ed il titolo cede il 3,2%, ma in calo di nuovo Snai (meno 2,9%). Telefonici in tono minore, con Telecom che arretra dell’1,3%, dopo le dichiarazioni di Tronchetti Provera, e cedente anche TiMedia di oltre l’1%.