Avetrana, 9 rinvii a giudizioMisseri: "Io unico colpevole"

Il gup di Taranto ha deciso il rinvio a giudizio per nove persone legate all'uccisione di Sarah Scazzi. Tra di esse Sabrina Misseri, Michele Misseri e Cosima Serrano

Pompeo Carriere, gup del tribunale di Taranto, ha disposto oggi che il per caso Sarah Scazzi siano rinviate a giudizio Cosima Serrano e Sabrina Misseri. Madre e figlia saranno giudicate dalla Corte di assise di Taranto e dovranno rispondere delle accuse di concorso in omicidio volontario, sequestro di persona e soppressione di cadavere.

A giudizio è stato rinviato anche Michele Misseri, che ad oggi continua a dichiararsi colpevole per l'omicidio di Sarah. Insieme a lui sono stati rinviati a giudizio Cosimo Cosma e il fratello Carmine, con la conferma dei capi d'imputazione emersi in precedenza. A processo anche persone coinvolte nella vicenda in posizioni minori: Antonio Colazzo, Giuseppe Nidro e Cosima Prudenzano, rispettivamente il cognato, l'amico e la suocera del fioraio ritenuto il presunte testimone del sequesto. L'accusa, per loro, è quella di favoreggiamento.

Sono stati assolti invece, perché il fatto non sussite, i tre avvocati giudicati con il rito abbreviato. Emilia Velletri, ex legale di Sabrina Misseri, era accusata di concorso in soppressione di attiveri, Gianluca Mongelli di favoreggiamento personale e Francesco De Cristofaro, in passato difensore di Michele Misseri, di infedele patrocinio. Vito Russo, ex legale di Sabrina, è stato prosciolto da due capi d'accusa su quattro. Il suo processo riguarderà quindi solo favoreggiamento e intralcio alla giustizia. Prosciolta anche Anna Scredo, accusata di favoreggiamento personale.

Antonio Cozza, uno dei legali degli Scazzi, ha fatto sapere di essere contento della decisione del giudice, che ha "valutato che ci sono tutti gli elementi per andare a processo". Dal canto suo Michele Misseri ha commentato il rinvio a giudizio con un "me l'aspettavo", sottolineando però di essere il colpevole, realtà che continuerà a ripetere "fino alla fine". Come continuerà a ripetere che contro Cosima e Sabrina "non c'è nessuna prova".