Avsi in piazza perché la carità è sempre utile

Daniela Uva

«La carità sarà sempre necessaria, anche nella società più giusta». Le parole di papa Benedetto XVI racchiudono il senso - e per questo ne sono il titolo - de «La campagna tende» di quest’anno, promossa dall’Avsi, associazione non governativa che opera in cento nazioni, per finanziare progetti educativi in alcuni Paesi in via di sviluppo. Durante il periodo di Natale a Milano saranno organizzati eventi, mostre, tavole rotonde e manifestazioni. I proventi serviranno ad aiutare le popolazioni di Betlemme, Libano, nord Uganda, Perù e Kosovo. «La carità è un’esigenza primaria per ogni essere umano - spiega don Julian Carron, successore di don Giussani alla guida di Comunione e Liberazione -, è per questo che sarà sempre necessaria. Interessarci agli altri fa parte della nostra natura, e rispondendo al bisogno di un’altra persona abbiamo l’occasione di realizzare noi stessi». Sarà così possibile insegnare alle popolazioni libanesi che vivono lungo il fiume Litani nuove tecniche di irrigazione e gestione dei terreni. A Betlemme verrà ristrutturata una scuola frequentata da bambini cristiani e musulmani, a Lima, capitale del Perù, dove verranno ampliati i servizi di sostegno in favore dei bambini che vivono nei quartieri più degradati. E ancora in Kosovo, dove sarà realizzato un piano di sviluppo e formazione per i piccoli agricoltori, e nell’Uganda del nord, dove sarà ristrutturato il reparto maternità dell’ospedale St.Joseph di Kitgum. Nel corso dell’iniziativa, e precisamente dal 10 dicembre al 6 gennaio, piazza Duomo ospiterà la mostra «Bambini soldato», nella quale saranno esposti i disegni realizzati dai piccoli ex combattenti dell’Uganda del nord.