Avvia il riassetto Carta immobiliare

Trenitalia

Trenitalia si ristruttura: la riorganizzazione è stata varata mercoledì dal cda mentre la società si appresta ad accogliere un pacchetto di immobili «girati» dalla holding Fs per far fronte alla necessità di aumento di capitale (1.700 milioni il «rosso» stimato a fine anno). In più, per il rilancio del cargo si sta guardando a una possibile società mista con le Poste e potrebbero esserci novità a breve riguardo altre poltrone traballanti all’interno della stessa Trenitalia. Prosegue intanto il lavoro di ristrutturazione dell’ad Mauro Moretti che ha descritto la nuova struttura societaria varata per Trenitalia: forte nucleo centrale, nessuna articolazione societaria, né strati in contrapposizione uno con l’altro, come esisteva invece nel precedente schema nel quale Trenitalia era la riproduzione in scala più piccola della holding. Quattro le divisioni, di cui tre relative al business (passeggeri, cargo e trasporto regionale) e una per i servizi di manutenzione del materiale rotabile.