Avvocati in campo contro griffe false

Per combattere il mercato dei falsi e per eliminare i danni prodotti dal commercio delle finte griffe, da un’idea di alcuni avvocati è nato a Roma l’«Istituto per lo studio e il contrasto della contraffazione» che mette in campo assistenza legale e indagini difensive per commercianti, e non solo, danneggiati da chi vende merce copiata. L’Iscont - si legge in una nota diffusa dai responsabili del neonato istituto - compirà attività mirate «all’accertamento della contraffazione, al monitoraggio e analisi del fenomeno attraverso ricerche scientifiche, al controllo e alla prevenzione della contraffazione». Per supportare il progetto ci sarà un apposito osservatorio e una agenzia che svolgerà - tra l’altro - corsi per l’educazione alla legalità. Oltre alla prevenzione, l’agenzia compirà attività di «accertamento attraverso le indagini private e difensive, il monitoraggio costante del web, la creazione di uno sportello telematico per segnalazioni, e dare alle forze dell’ordine informazioni utili per l’accertamento delle condotte criminose». L’Iscont si occuperà, infine, di repressione dei falsi con «esposti-denuncia, monitoraggio dei procedimenti penali in fase di indagine mediante deposito di nomina di parte lesa, costituzione di parte civile, presentazione di istanze per la confisca e la distruzione del materiale contraffatto».