Gli avvocati di Latham & Watkins vanno alla conquista della Cina

Lo studio legale internazionale apre una sede a Pechino portando a cinque gli uffici in Asia

Missione Asia per lo studio legale Latham & Watkins che apre a Pechino portando a cinque gli uffici attivi nel continente asiatico, tra cui quelli di Hong Kong e Shanghai.
La sede di Pechino contribuirà a rafforzare l'esperienza dello studio legale nella regione nell'ambito delle operazioni di mergers and acquisitions, del private equity, del debt and equity capital markets e del banking and finance. «Pechino, snodo delle decisioni di carattere amministrativo, politico e regolamentare, è un centro molto importante per i nostri piani di sviluppo di lungo termine», ha commentato Robert M. Dell, presidente e managing partner di Latham & Watkins sottolineando come sia «enorme» il potenziale di crescita in Cina e nella regione asiatica.
«L'apertura di un ufficio nella capitale cinese rafforza la nostra presenza nella regione. Abbiamo sviluppato passo dopo passo la nostra piattaforma nella grande Cina con un mix di competenze di diritto americano, inglese e di Hong Kong», ha aggiunto David Miles, che siede nel comitato esecutivo di Latham & Watkins a Hong Kong . Latham & Watkins è uno studio legale internazionale che conta circa 2mila avvocati operativi in 28 uffici, situati ad Abu Dhabi, Barcellona, Bruxelles, Chicago, Doha, Dubai, Francoforte, Amburgo, Hong Kong, Londra, Los Angeles, Madrid, Milano, Mosca, Monaco, New Jersey, New York, Orange County, Parigi, Pechino, Roma, San Diego, San Francisco, Shanghai, Silicon Valley, Singapore, Tokyo e Washington.