«Gli avvocati vogliono subito le riforme»

«Nulla è cambiato. E se qualcosa è cambiato, è decisamente peggiorato negli ultimi anni». Così il presidente del Consiglio dell’Ordine degli avvocati, Paolo Giuggioli, ha esordito nel suo intervento. Dopo aver elencato i problemi che gravano sull’amministrazione della giustizia nel distretto, Giuggioli ha affermato che è «necessario mettere in atto un processo di riforme», perché «per ora sono stati fatti solo interventi sull’onda dell’emergenza». Da parte sua, ha detto Giuggioli, «il Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Milano, al fine di dare un contributo, ha promosso la costituzione di una Camera conciliativa a cui si possono rivolgere tutti». E poi ha concluso ribadendo: «L’avvocatura chiede una cosa sola: una radicale inversione di tendenza».