Ayatollah dissidente arrestato: disordini

TEHERAN. L'ayatollah dissidente iraniano Mohammad Kazemeini Boroujerdi, favorevole alla separazione fra Stato e religione in un Paese in cui è invece al potere il clero sciita, è stato arrestato ieri a Teheran, dopo che sabato erano avvenuti scontri fra centinaia di suoi seguaci e la polizia davanti alla sua abitazione. Gli incidenti erano scoppiati dopo l'iftar, il pasto rituale che al tramonto rompe il digiuno durante il mese islamico del Ramadan. Diversi quotidiani riformisti hanno riferito che la polizia è intervenuta contro i sostenitori di Boroujerdi radunatisi intorno alla casa del religioso, sulla centrale Via Avesta, per protestare contro le incarcerazioni di suoi seguaci avvenuti nelle ultime settimane e per impedire un suo eventuale arresto.