AZ Fund, efficienza fiscale e operativa

Efficienza operativa e fiscale: questi punti di forza di AZ Fund, il fondo lussemburghese multicomparto gestito da AZ Fund Management Sa, la società di gestione lussemburghese del gruppo Azimut da cui riceve anche il supporto sul fronte della consulenza. AZ Fund è un unico fondo di investimento costituito da 23 comparti (molti dei quali lanciati nel settembre 2006) collocato in Italia sia dai promotori delle due sim del gruppo guidato da Pietro Giuliani (Azimut Consulenza Sim, Az Investimenti Sim), sia da numerose banche con le quali sono stati sottoscritti accordi commerciali.
Oltre a essere stato pensato per riunire in un unico sistema tutti gli indirizzi di investimento, AZ Fund permette di effettuare passaggi veloci e semplificati da un comparto all’altro assicurando nel contempo un solo prospetto e rendiconti sintetici più chiari. Dove è indicato il rendimento del portafoglio oltre che dei singoli comparti. Atout cui si aggiuge un team di gestione multimager che opera da circa un anno in Lussemburgo e i vantaggi sotto il profilo dell’efficienza fiscale.
Basti pensare, infatti, che l’imposta sui ricavi (attualmente del 12,5%, del 20% dal 2007) si applica solo al momento del disinvestimento finale e che il passaggio da un comparto a un altro non implica pagamento di imposte, ma anzi consente la compensazione nel caso di comparti in perdita e comparti in guadagno,
Entrando nello spaccato del fondo AZ Fund va annotato che 23 comparti comprendono sia flessibili a breve termine (Formula 1 Conservative, Formula 1 Balanced e Formula 1 Absolute) sia total return (Strategic Trend, Trend e Italian Trend). Cui si aggiugono quelli specializzati per asset class o per profilo. A partire dai fondi basati su portafogli misti: Solidity, Conservative Bond e International Balanced. Nell’aera dei monetari, obbligazionari e azionari geografici si contano, invece, «Reserve Short Term Euro», Euro Bond, International Bond, European Equity, American Equity, Pacific Equity e World Equity.
Tra i cosiddetti multimanager figurano, invece, alcuni obbligazionari (Corporate & Convertible Bond e High Yield Bond) e alcuni azionari: Small Cap Europe, Small Cap Usa, Emerging Market Europe, Emerging Market Asia ed Emerging Market Latin America.