Le aziende indebitate non falliranno Finanziarie, giro di vite

Il ddl antiusura, che al Senato è stato approvato all’unanimità, ha introdotto un procedimento che consente alle imprese di sottrarsi al racket. È stata infatti istituita la procedura di composizione delle crisi da sovrindebitamento. Se lo squilibrio tra patrimonio disponibile e obbligazioni assunte è «perdurante» si può sottoscrivere un accordo presso il tribunale per la ristrutturazione dei debiti anche mediante la cessione dei redditi futuri. Il debitore beneficia così della sospensione delle procedure esecutive. Considerato che la disciplina fallimentare non si applica alle piccole imprese, le pmi non sono lasciate sole in un momento di congiuntura negativa nemmeno su questo versante. Un ordine del giorno contro le finte finanziarie è stato dedicato ai problemi delle famiglie.