Aziende pronte allo sbarco in Indonesia

Nell’attesa dell’Expo, Milano guarda all’Indonesia. Le opportunità commerciali per le imprese lombarde sono in crescita, secondo i dati emersi durante il seminario «Indonesia Country Presentation», organizzato a Palazzo Giureconsulti da Promos, l’agenzia speciale della Camera di Commercio per l’internazionalizzazione. Per cercare nuove opportunità di business (in prevalenza dei settori del tessile, della cosmetica, dei macchinari e del calzaturiero) insieme alla Regione Lombardia partirà dal 9 al 16 maggio una missione imprenditoriale che coinvolgerà le città di Jakarta e Bali. «I dati economici attuali - spiega Claudio Rotti, vice Presidente Promos - dimostrano come l’Indonesia sia un Paese su cui investire e a cui guardare con sempre maggiore attenzione. L’economia indonesiana, infatti, negli ultimi 4 anni ha registrato tassi di crescita superiori al 5%, tra i più alti della regione del Sud Est Asiatico. Nei primi sei mesi del 2008 il valore delle merci indonesiane importate dall’Italia è aumentato del 40,6%».
In Indonesia sono presenti 43 aziende italiane, e l’Italia, fra i paesi dell’Unione Europea, è il terzo fornitore del paese asiatico, alle spalle di Germania e Francia. Il principale settore imprenditoriale italiano che esporta verso l’Indonesia è quello delle macchine per uso industriale, necessarie all’industria manifatturiera indonesiana per migliorare il livello qualitativo delle proprie filiere produttive, legate soprattutto ai settori dell’arredamento, delle calzature, del tessile, della meccanica e della plastica.