Aziende a tutto Audi Gamma completa e tante novità in arrivo

La crescita complessiva delle vendite flotte negli ultimi dieci mesi (+12,1%) non ha coinvolto le vendite «premium» che, anzi, sono diminuite, nel periodo, del 7%. Audi, in questo sottosegmento, è tuttavia in crescita, con 21.720 unità che corrispondono a un aumento del 6,6% sul 2009. «L’ottima performance di Audi è determinata prevalentemente dalla gamma ampia e dalla forte attrattiva del brand», conferma Michael Frisch, direttore di Audi Italia», il quale spiega che «la A4 rimane leader nelle “Car Policy” aziendali ed è apprezzata dalle società di noleggio a lungo termine grazie alla freschezza del prodotto, ai contenuti di qualità e all’elevato valore residuo». Queste peculiarità, unite alla carica innovativa, hanno decretato il successo nelle vendite flotte anche di A5 Sportback, del Suv Q5 e dell’ammiraglia A8, il top della gamma per il top management delle aziende. Grandi sono le aspettative per la nuovissima A7, un’auto di conquista e, l’anno prossimo, per la nuova generazione di A6, un modello che è storicamente protagonista nelle fleet sales. Alla crescente domanda di auto più ecologiche per flotte sempre meno inquinanti, Audi è in grado di rispondere concretamente, senza fughe in avanti, con il continuo sviluppo delle tecnologie in cui è leader: il Turbodiesel Tdi e l’iniezione diretta della benzina Tfsi. Parallelamente, la casa tedesca continua la ricerca nei campi della propulsione ibrida ed elettrica, e già nel 2011 schiererà la Q5 Hybrid quattro, pur sapendo che «ibrido» ed «elettrico» sono temi ancor distanti dall'essere realmente competitivi per le aziende.
Prosegue, in Italia, la tendenza a favorire noleggi a lungo termine di durata più lunga, una prassi che lo scorso anno aveva rallentato il rinnovo di molti parchi auto aziendali e il fenomeno del downsizing (da cui deriva la diminuzione delle vendite premium a scapito di vetture più economiche) è sempre più evidente e lo sarà anche in futuro. In questo contesto sfavorevole ad avvantaggiare Audi è la particolare attenzione da parte dei clienti ai costi di gestione, il Tco (Total cost ownership) che per ogni Audi, grazie anche al mantenimento del valore nel tempo, è decisamente favorevole per il cliente. La sempre più diffusa formula del noleggio a lungo termine, poi, ha spinto Audi a creare tre diversi prodotti per questo tipo di contratto, a ognuno dei quali corrisponde un livello di servizio commisurato alle dimensioni dell'azienda, ma sempre in linea con gli standard Audi di qualità e affidabilità.
Inoltre, in questo periodo di crisi economica, in cui i tassi di interesse hanno un andamento decrescente, si sta andando sempre più verso forme di finanziamento e leasing finanziario a tassi indicizzati, grazie ai quali il cliente-azienda può sfruttare il considerevole vantaggio sul canone mensile derivante da tassi di partenza più bassi rispetto ai prodotti finanziari a tasso fisso. In questo senso Audi Credit, società interna al gruppo, ha un portafoglio di prodotti tra i più ampi fra quelli offerti sul mercato dalle società finanziarie specializzate e questo permette al cliente di scegliere quello che meglio risponde alle sue esigenze. La forte presenza di Audi nelle vendite flotte (valgono il 36% delle immatricolazioni totali della marca) pone l’azienda in una posizione di favore in un momento in cui si sta diffondendo anche fra i privati la tendenza ad abbandonare il possesso/proprietà della vettura a favore di formule di noleggio. Si prefigura dunque un nuovo tipo di cliente da conquistare con prodotti finanziari adeguati, una sfida alla quale Audi si sente già pronta.