Azimut s’impenna grazie al rimborso del bond convertibile

La decisone di anticipare il rimborso in denaro del prestito convertibile da 95,9 milioni con scadenza luglio 2009 ha messo le ali ad Azimut, che ieri ha chiuso la seduta con un ultimo prezzo in crescita del 6,7%, a 8,24 euro. Nel Midex è stata seconda solo a Gemina, con scambi per 5 milioni di pezzi, praticamente quintuplicati rispetto alla media delle ultime sedute. Va tuttavia ricordato che Azimut viene da un periodo di pesantezza: il calo è del 20,8% nell’ultimo mese, del 40,6% nell’ultimo semestre, del 26,6% su base annua. Il rimborso anticipato consente alla società di evitare l’emissione di oltre 17 milioni di nuove azioni che sarebbero andate al servizio del prestito convertibile, pari al 12% del capitale. Euromobiliare dice «buy» sul titolo, con target price a 12,8 euro. Chevreux lo vede a 15,3 euro.