Azimut sale ancora In frenata Fideuram

da Milano

Soltanto cinque gruppi, tra i primi 20 per patrimonio gestito, chiudono luglio con una raccolta netta in rosso. Si tratta di Banca Intesa (-377,2 milioni di euro), Sanpaolo Imi (-212,7 milioni), Deutsche Bank (-192,4 milioni), Banca popolare italiana (-102,1 milioni) e Bnl (-27,2 milioni). Per il resto vento in poppa per tutti a cominciare da Unicredito Pioneer (1.244 milioni di nuove sottoscrizioni al netto dei riscatti). Ma molto bene sono andate le cose pure a Montepaschi (308 milioni), Banche popolari unite (339 milioni ), Fineco gruppo Capitalia (138 milioni), Popolare Verona-Novara (93 milioni) e Popolare di Milano (97 milioni).
Spesso il successo viaggia a braccetto con i fondi alternativi (gli hedge funds e i fondi di fondi hedge): è questo il caso, per esempio, di Mps alternative investment sgr, di Aletti Gestielle alternative sgr e di Euromobiliare alternative investments sgr.
Nell’ultimo mese ha continuato a correre Azimut che, con altri 200 milioni netti raccolti ha superato di slancio i 10 miliardi in gestione distanziando definitivamente Deutsche bank (ferma a 9,6 miliardi) e minacciando il gruppo Credem che amministra 10,6 miliardi. Molto buono pure il comportamento di Banca Generali (187 milioni di raccolta netta), di Mediolanum (112 milioni) e Ras (99 milioni) mentre Fideuram continua a soffrire sul versante dei fondi comuni e delle Sicav (meno 53 milioni).
Prosegue poi il testa a testa tra Poste italiane e Vegagest per la 28ª posizione: la sgr postale ha aggiunto altri 115 milioni nel mese e, con 2.907 milioni in gestione, è ormai prossima ai 2.914 milioni di Vegagest. Positivi pure i dati di raccolta per le sgr indipendenti da Kairos partners (75,5 milioni) a Ersel (65 milioni), da Nextam partners (8 milioni) a Consultinvest (6 milioni), da Banca Intermobiliare (con Bim e Symhonia ha raccolto quasi 35 milioni netti) ad Anima sgr (45 milioni). Tra le società estere operanti in Italia si è infine distinta Crédit Agricole asset management (52 milioni).