Azimut vola (+8%) Debole Impregilo

Parziale recupero per Piazza Affari dopo il lunedì nero. Il Ftse Mib è cresciuto dell’1,18% a 18.510 punti, Ftse All Share dell’1,08% a quota 19.247. Molto bene Azimut che ha registrato una chiusura in crescita dell’8,11%, Bpm del 7,32%, Unicredit del 5,89%, Ubi del 5,52%, Monte dei Paschi del 5,20% e Intesa Sanpaolo del 3,34%. Al di fuori del settore del credito, molto bene Fiat, il cui titolo è salito del 3,65% anche sui dati positivi delle vendite di veicoli commerciali in Russia. In rialzo Parmalat (+2,50%) dopo la nomina del nuovo amministratore delegato e Telecom Italia (+1,80%). Deboli Stm (-3,85%), Fondiaria Sai (-2,95%), Atlantia (-2,72%) e tutto il settore del cemento e delle costruzioni: Buzzi è scesa del 2,67%, Impregilo del 2,43%, Italcementi dell’1% netto. Seduta di leggero recupero per Cir (+1,20%). In rialzo ha concluso anche Mediaset (+0,69%) con Mondadori (+2,58%). Negative, invece, le Borse europee che ieri avevano perso molto meno di Milano: Londra (-1,02%), Parigi (-0,89%) e Francoforte (-0,78%). In ribasso anche la piazza di Atene (-1,19%).