«Azione fascista vietare lo show di Greenaway»

«Si tratta dell’azione fascista di una sovrintendenza incapace di giudicare». Vittorio Sgarbi lancia i suoi strali contro il divieto imposto al regista Peter Greenaway che, in occasione del prossimo Salone del Mobile, avrebbe dovuto realizzare uno spettacolo di luci proiettate sul Cenacolo di Leonardo. «Voglio lanciare un appello - ha continuato l’assessore alla Cultura -, perché se non riusciremo a far realizzare a Greenaway lo show, sarà stato inutile vincere l’Expo. A differenza di quello che pensa qualche demente la luce non può danneggiare l’opera, altrimenti non si spiega come al Louvre permettano di fotografare la Gioconda con tutti quei flash».