Azioni antidoto dell’inflazione

I dati preliminari dell’Istat stimano un tasso di inflazione annua al 3,3% anche nel mese di aprile. Un livello che nessuna tipologia di fondi comuni è riuscita a superare: né gli obbligazionari (1,3%), né i fondi di liquidità (2,7%), né i bilanciati (meno 5,9%) e tanto meno gli azionari (meno 13,4%). Tuttavia se si allarga l'orizzonte temporale d'investimento agli ultimi 5 anni, si scopre che l'inflazione si è attestata al 10,9% e che soltanto i fondi azionari (42,1%) e i bilanciati (17,1%) sono riusciti a difendere il potere d'acquisto mentre gli obbligazionari (8,3%) e i fondi di liquidità (9,2%) non sono riusciti a farlo.