Un azionista dell’«Unità» con Pannella

da Pisa

Dopo Lanfranco Turci, Biagio De Giovanni e Salvatore Buglio anche Maurizio Mian, il responsabile della Gunther foundation, la società che gestisce il patrimonio del cane miliardario Gunther, sarà candidato per la Rosa nel pugno. Lo ha annunciato con una nota la forza politica formata da Sdi e Radicali. La Gunther reform holding detiene attraverso diverse partecipazioni un pacchetto azionario del 20% della società che edita il quotidiano l'Unità. «Maurizio Mian, farmacologo di fama internazionale - spiega la nota -, ha aderito all'appello, promosso dai radicali, affinché chi ha a cuore la libertà di ricerca scientifica si candidi nelle liste della Rosa nel pugno». «Se mi si passa la battuta - afferma Mian - un quinto dell’Unità si schiera con la Rosa nel pugno».
«Maurizio Mian - ricorda la Rosa nel Pugno tracciando la biografia del suo candidato - è farmacologo e si occupa della messa a punto e della promozione di ricerche scientifiche innovative». Definendolo «personaggio eclettico, e talvolta un po’ eccentrico», Rnp ricorda che Mian «ha fatto anche parlare di sé sui media per l'evento mediatico legato al cane Gunther» e alla sua eredità miliardaria. Ha ricoperto incarichi di notevole rilevanza in vari settori, tra i quali la presidenza del Pisa calcio dal 2002 al 2005.