«Azouz mi molestava, così ci siamo vendicati»

«Azouz mi faceva paura, mi minacciava e mi molestava in continuazione con ripetute irrisioni sue e dei suoi amici. Più di una volta mi dissero con tono insolente che mi avrebbero violentata». È questa una parte della confessione di Rosa Bazzi contenuta nell’ordinanza del Gip che ha confermato l’arresto dei coniugi autori della strage di Erba. In 35 pagine c’è la descrizione minuziosa dell’agguato per il quale, dice lo stesso giudice, la donna e il marito Olindo «non mostrano il minimo pentimento».