Azouz a Strasburgo per difendere Rosa e Olindo

Azouz Marzouk (nella foto) ha deciso di far ricorso alla Corte europea di Strasburgo contro la condanna all’ergastolo inflitta in via definitiva a Olindo Romano e Rosa Bazzi, ritenuti gli autori del massacro di via Diaz avvenuto la sera dell’11 dicembre 2006. Il tunisino, marito, padre e genero di tre delle quattro vittime, già in Cassazione aveva lasciato intendere quelli che dice essere i suoi dubbi sull’effettiva colpevolezza dei due coniugi. Il ricorso alla Corte europea era stato paventato anche dai difensori di Olindo e Rosa, gli avvocati Fabio Schembri e Luisa Bordeaux ritenendo vi fossero gli estremi per una revisione del processo. Nella strage furono ammazzate Raffaella Castagna, sua mamma Paola Galli, il figlioletto della prima, Youssuf di soli due anni e tre mesi, e la vicina di casa Valeria Cherubini, mentre fu ridotto in fin di vita il marito di quest’ultima Mario Frigerio.