Azzannata alla gamba da «Mordicchio»

Una giovane assalita da un pitbull mentre passeggiava con il fidanzato

Brutta avventura per una donna, l’altra sera, che si è vista piombare addosso un pitbull ringhiante e soprattutto deciso ad azzannarla. A proposito, il cane si chiama «Mordicchio» e ha cercato davvero di tener fede al suo nome. Così la cronaca registra l’ennesima aggressione da parte di uno di questi grossi cani, protagonisti di troppi episodi del genere avvenuti anche di recente. E se stavolta la donna se l’è per fortuna cavata con ferite leggere ma con tanta paura, lo deve al fatto che in quel momento non era da sola in strada. Carla B., 26 anni, stava infatti passeggiando con il suo fidanzato quando un pitbull è arrivato di corsa e le ha azzannato il polpaccio sinistro e solo l’intervento del suo compagno ha interrotto l’attacco improvviso e inatteso di «Mordicchio» alla gamba della giovane.
Il fatto è avvenuto poco dopo le 21.30 in via Savona. Il fidanzato della donna ha chiamato i soccorsi e ha chiesto l’intervento della Polizia. Carla B., 26 anni, è stata poi accompagnata al Policlinico per essere medicata mentre il cane che l’ha aggredita è stato restituito al giovane padrone. L'animale, senza guinzaglio e senza museruola, era sfuggito al padrone che è assicurato. Se vorrà, la ragazza ferita - pochi giorni di prognosi per lei al Policlinico -, potrà querelare il proprietario di «Mordicchio».
Nei giorni scorsi la lotta fra due pitbull che si azzannavano in un parco a Rho è finita a colpi di pistola, quando il proprietario di uno dei cani, un vigilante, ha estratto la sua arma e ha esploso due colpi uccidendo il cane «avversario».