Azzurri contro Penati: miope bloccare la BreBeMi

l capogruppo in Provincia, Dapei, attacca: «Le accuse sui ritardi deve rivolgerle a se stesso»

Nuovo alt dalla Provincia alle infrastrutture milanesi. «Sta cadendo la maschera, con Penati che torna ad essere di nuovo, come 5 anni fa, il leader del Partito dei No?» si chiede Bruno Dapei, capogruppo azzurro a Palazzo Isimbardi. E attacca: «Non solo l'ennesima bordata di esponenti della sua maggioranza contro la BreBeMi, con le odierne dichiarazioni dell'assessore Matteucci che parla di contrarietà politica e istituzionale alla realizzazione dell'autostrada. Adesso è lo stesso Presidente a riprendere toni preoccupanti, con paradossali accuse che deve rivolgere innanzitutto a se stesso». Secondo Dapei, i ritardi e sulle criticità del progetto sono dovuti «alla scelta miope ed ipocrita di non aderire all'Accordo di programma promosso da Regione Lombardi». Conclusione: «Addio per sempre al Penati re delle Autostrade? dopo che ha speso 238 milioni di euro (più interessi) per comprare la Serravalle?».