Gli azzurri in Formazione schierano l’uomo della cultura

L’ideatore del portale ragionpolitica.it si lancia nella corsa per la Camera

Di volti nuovi in politica si parla spesso. C’è chi li chiama a gran voce perché non sopporta più di vedere le stesse facce, c’è chi in campagna elettorale accusa i partiti avversari di candidare sempre gli stessi. In Liguria è difficile che i rivali del Popolo della libertà se la possano prendere con le liste del Pdl, soprattutto se si guarda il numero 10 alla Camera dei deputati, Alessandro Gianmoena. Lui ha 35 anni, lui non è mai stato eletto in nessuna istituzione, lui ha scelto di fare politica fin da ragazzo lavorando dietro le quinte.
Ai più apparirà come uno sconosciuto eppure l’esperienza non gli manca. Politicamente nato all’ombra di don Gianni Baget Bozzo, è il fondatore della rivista on- line Ragionpolitica.it, il supporto culturale di Forza Italia (fino a ieri) e del Popolo della libertà (da oggi). Un periodico nato nel 2000 che sforna settimanalmente centinaia di articoli, commenti ed opinioni su tutti i temi che riguardano la politica, l’etica e la cultura: «E’ un contenitore di ispirazione cristiano liberale che si occupa di approfondire notizie di ambiente, politica estera ed interni - racconta Gianmoena che del portale è il direttore operativo-. Noi non vogliamo essere organici ai nostri partiti, ma tramite internet puntiamo a raggiungere un pubblico il più ampio possibile. E’ una iniziativa che parla ad un popolo intero: il popolo della libertà».
Ora, pensare che il progetto del partito unico del centro destra sia nato da una intuizione di Gianmoena sarebbe troppo, ma in un movimento non particolarmente strutturato sul territorio come è stato Forza Italia, l’ambito della formazione è stato curato grazie a questa iniziativa: «Nella nostra rete si confrontano due realtà importanti - spiega- quella dei giovani nati con internet e quello degli adulti che hanno conosciuto la rete negli ultimi tempi. Siamo terreno di confronto tra due generazioni con un pubblico che va dai 25 ai 60 anni».
Ragionpolitica.it nasce nel 2000, inizialmente serve come terreno di confronto per amministratori ed eletti del partito, dal 2003 diventa un settimanale on- line. Oggi cambia i suoi contenuti tre volte a settimana: «Di tutto questo bisogna ringraziare i 100 collaboratori che lavorano per noi. I nostri commenti vengono anche utilizzati nelle università. Non solo- continua- ma abbiamo contatti da Usa e Sud America, siamo molto seguiti dagli italiani all’estero».
Oggi ragionpolitica.it supera i 100.000 contatti giornalieri, «ma non diventeremo mai un giornale su carta, la nostra forza rimane l’immediatezza nella grande dinamicità della rete».
Tra qualche giorno però, Gianmoena potrebbe non essere più solo uomo di cultura, ma l’onorevole che dovrà pensare anche ai problemi ordinari della gente: «Ma tra dibattere di politica estera ed occuparsi del quotidiano non c’è grande differenza perché la cultura è nel popolo».