Gli azzurri premiano i bravi parrucchieri

Quando si dice: un servizio completo barba e capelli. Ma a farlo, questa volta, domani alle 17 nel Salone di rappresentanza di Palazzo Tursi, saranno i politici nei confronti degli addetti ai lavori: barbieri e parrucchieri genovesi «che si sono particolarmente distinti nell’ambito della propria attività».
Così, a prender in mano non forbici e rasoio, bensì gli attestati di benemerenza, e a consegnarli ai premiati, saranno gli onorevoli Gabriella Mondello e Ferruccio Saro, il senatore Luigi Grillo, e il capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale Giuseppe Costa.
Organizzazione e regia, invece, sono appannaggio di Guido Grillo, vicecapogruppo dei consiglieri azzurri nella Sala rossa di Tursi e animatore del circolo culturale «Libertà e Progresso» che, «facendo seguito a una tradizione consolidata da anni», intende manifestare in questo modo il riconoscimento e l’apprezzamento per «il notevole sacrificio e l’impegno» cui i membri della categoria, compresi gli operatori dei centri estetici, «si sono sottoposti ancora prima di poter approdare all’apertura di una propria attività».
Insomma: il taglio giusto, da parte dei politici.
I barbieri, in compenso, promettono di continuare a fare (bene) il proprio mestiere.