Azzurri in Provincia «Adesso Penati blinda i manager-autostrade, sa che non verrà rieletto»

Filippo Penati già guarda al giorno dopo il voto provinciale. E consapevole del rischio di non ritornare a Palazzo Isimbardi gioca a fare l’«antidemocratico». Come? «Prorogando gli incarichi delle società autostradali prima della loro naturale scadenza» denuncia il coordinatore lombardo di Forza Italia Guido Podestà. Già, oggi, nell’assemblea della Società di progetto per la realizzazione della Tem, le cariche sociali - fissate solo qualche mese fa al 2010 - sarebbero prorogate sino al 2012. Come dire: l’inquilino di via Vivaio blinda di fatto il management rendendo così ininfluente le prossime elezioni provinciali. «Questa operazione la dice lunga sul fatto che Penati sa bene che alle prossime elezioni provinciali non sarà rieletto» chiosa il coordinatore azzurro. Che, naturalmente, lancia un «appello alla sensibilità di correttezza e democrazia affinché tutti i soci si rifiutino di prorogare strumentalmente tale scadenza». Tra l’altro, giusto per la cronaca, la nuova spa che si inserisce nella partita che riguarda il gigantesco business legato alla costruzione delle nuove opere infrastrutturali, è nata senza nemmeno passare dal voto del consiglio provinciale. Come mai? «È il frutto del giochino della scatole cinesi messe i piedi dai Penati boys nei cinque anni di malgoverno del territorio» fa sapere Bruno Dapei, capogruppo provinciale di Forza Italia.