Gli azzurri scendono in campo: «Il 9 aprile è in gioco la libertà»

Forza Italia inaugura domani la campagna elettorale. In programma un’intervista pubblica al ministro Scajola

«Bisogna capire che il 9 aprile è in gioco il modello stesso di società, e quindi sono in gioco anche i principi di libertà, economia di mercato e famiglia. Dobbiamo mobilitarci e batterci col voto contro chi vuole cancellarli»: sono concetti che Roberto Cassinelli, commissario metropolitano di Forza Italia, ripete innanzi tutto a se stesso, ma è anche pronto a ripetere pubblicamente domani, a candidati, iscritti e simpatizzanti di Forza Italia invitati all’incontro pubblico di inaugurazione della campagna elettorale in programma al Teatro della gioventù di via Cesarea, a partire dalle 9 e 30. Sarà proprio Cassinelli ad aprire la serie di interventi, con un «rendiconto» agli elettori che è la testimonianza dell’impegno del partito in parlamento e al governo nei cinque anni di legislatura. «Ma gli azzurri - sottolinea il commissario metropolitano - in questo momento guardano avanti, con rinnovato entusiasmo, per riaffermare con forza, a tutti i livelli, in mezzo alla gente, un modello di vita che si basa sulla libera iniziativa, la proprietà privata, la realizzazione di un moderno sistema di infrastrutture, il rispetto della legalità, valori che da noi a Genova e in Liguria, dove è forte e in qualche caso predominante e prepotente la presenza della sinistra, sono particolarmente sentiti». Ne parleranno, dopo Cassinelli, il coordinatore regionale Enrico Nan, il vicepresidente della Camera Alfredo Biondi, il sottosegretario Alberto Gagliardi, il senatore Luigi Grillo, i deputati Gabriella Mondello e Eolo Parodi, oltre agli altri candidati in lista per il parlamento. In chiusura, alle 11, è prevista l’intervista pubblica al ministro delle Attività produttive Claudio Scajola, sul tema «Dall’impresa al consumatore finale». Interrogano il ministro Mimmo Angeli, Antonio Apa, Giovanni Berneschi, Marco Bisagno, Alessandra Carpaneto, Massimiliano Lussana, Franco Manzitti, Paolo Odone, Giorgio Sola, Tiziana Tinnirello e Lanfranco Vaccari. All’esterno del teatro sarà allestito un maxi-gazebo dove i cittadini potranno trovare volantini, manifesti, pieghevoli e ogni tipo di materiale riguardante l’attività del governo Berlusconi.