Babbi Natale violenti e ubriachi assaltano negozi

Ubriachi e violenti, tutto il contrario del Santa Claus della tradizione: quaranta persone vestite da Babbo Natale hanno seminato il panico ad Auckland, in Nuova Zelanda, saccheggiando numerosi negozi e aggredendo gli addetti alla sicurezza. La notizia è riportata dal «New Zealand Herald», secondo cui si tratterebbe di un gesto di protesta, con l’obiettivo di contestare il consumismo sfrenato delle feste natalizie. La polizia della città neozelandese ha spiegato che i Babbi Natale, decisamente ubriachi, hanno cominciato a lanciare bottiglie di birra. Uno dei Santa Claus ha persino tentato di scalare una nave da crociera. Una guardia della sicurezza di uno dei negozi assaliti è stata colpita con un pugno. L’organizzatore della manifestazione, Alex Dyer, aveva avvertito che la protesta dei Babbi Natale si sarebbe fermata solo quando uno di loro fosse stato arrestato. Secondo il «New Zealand Herald», la contestazione è legata al gruppo americano «Santarchy» che, da una decina d’anni, organizza manifestazioni antinatalizie.