A Babbo Natale lo Spezia chiede più punti

Poteva essere bellissimo questo 2006, è soltanto bello ma festeggiare è sempre un piacere. Lo Spezia sorride lo stesso, qualcosa manca nella classifica ma ci rivediamo il prossimo anno che sarà tutta un'altra storia. Antonio Soda fa una mezza smorfia perché gli aquilotti giocano (bene) ma fanno regali (troppi) anche se Natale deve ancora arrivare: «Adesso, però, bisogna cambiare registro perché altrimenti mi potrei arrabbiare. Già, partiamo ad handicap visto che nell'ultimo periodo ci sono mancati diversi giocatori, non possiamo commettere certi errori. Ma pensiamo positivo e speriamo che il 2007 ci porti un pizzico di fortuna in più».
Rimini, cioè un film già visto. Lo Spezia gioca ma sbaglia, gli altri segnano e vincono. Peccato. «Si, c'è un briciolo di amarezza, potremmo avere qualche punto in più. Ma comunque possiamo essere ugualmente contenti. Abbiamo dimostrato di poterci stare tranquillamente in serie B, stiamo facendo il nostro campionato: pochissime squadre ci hanno messo sotto fino a questo momento». Adesso, lo stop, un po' di riposo per ricaricare le pile, con la speranza di ritrovare il prossimo anno quei giocatori ancora in infermeria: «Me lo auguro, altrimenti li faccio giocare anche zoppi», scherza Soda. Che, poi, fa un bilancio di questo 2006. Che è stato ricco anche poteva essere ricchissimo se nelle ultime settimane la buona sorte avesse baciato gli aquilotti: «Abbiamo vinto il campionato di serie C, conquistando la Supercoppa. Ripeto, nella cadetteria siamo riusciti a vincere in casa del Genoa che è una grande squadra, - conclude Soda - ci stiamo comportando bene anche se la classifica poteva essere ancora più bella». Sarà bellissima nel 2007. Garantito.