Baby blucerchiati beffati dal Cska

Il Cska Mosca si è aggiudicata la quarantottesima edizione del Carlin's Boys ai danni della Sampdoria, uscita sconfitta con l’amaro risultato di 1-0.
La primavera della formazione russa ieri ha quindi riscattato la delusione della prima squadra che due giorni fa ha perso la Supercoppa Europea contro il Liverpool.
I blucerchiati guidati dall’ex Attilio Lombardo, hanno subito il gol decisivo da Pravosoud al 22' del primo tempo, senza riuscire a rimontare nonostante le molte occasioni da gol. La Sampdoria con questa sconfitta subita proprio in finale non è riuscita a confermare il successo del 1994, unica volta in cui la squadra del settore giovanile riuscì ad aggiudicarsi il torneo di San Remo.
In semifinale i russi avevano battuto il Lugano con il risultato di 2-0 (doppietta del solito Pravosoud), mentre la Samp aveva battuto l’Inter con un gol di Taormina al 6' del primo tempo, autore di una bella azione personale.
Questa volta a giocare a favore della Sampdoria era anche la statistica: il Cska non ha mai vinto il Carlin's e i russi mancano nell'albo d'oro dal 1982, anno in cui la Torpedo espugnò il torneo.
Durante le partite del Carlin’s Boys erano presenti anche il direttore generale della sampdoria Beppe Marotta, Roberto Bettega e Franco Baresi.