Baby «carabiniere» fa arrestare rapinatore

Nome: Fabio. Anni: 13. Segni particolari: fiuto di un detective, o di un carabiniere. Quello che l’altro ieri gli ha permesso di riconoscere e far arrestare il rapinatore che tre giorni prima aveva sfilato la pensione dalle tasche dei pantaloni di un malcapitato genovese. Il baby Sherlock Holmes ha già confidato che da grande vorrebbe entrare nell’Arma, del resto lui è un figlio d’arte: suo padre fino a pochi anni fa prestava servizio presso il nucleo radiomobile dei carabinieri di Genova. E proprio come un carabiniere Fabio si esprime già. Sentite il racconto dei fatti: «Lunedì ero seduto su una panchina in piazza Martinez, quando col mio amico Nelson ho visto questo ragazzo dall’aria sospetta. L’ho attenzionato (testuale n.d.r.) mentre tirava un uovo sulla coscia dell’anziano uscito dall’ufficio postale». Perchè tirare un uovo? «Semplice - risponde il carabiniere in erba - era solo una scusa con la quale avvicinarsi all’anziano dicendogli che era sporco». Neppure il tempo per S.B. di girarsi che il rapinatore gli ha già prelevato dai pantaloni la pensione con 1.500 euro ritirata dalle poste. L’anziano viene scaraventato a terra, A.T, 24enne con numerosi precedenti penali fugge via col malloppo. Ma non aveva fatto i conti con Fabio (...)