Baby criminale entra in banca a mano armata

Il ragazzo ha la faccia d’angelo, ama le banche e ha una pistola nella giacca. Un ragazzo di 14 anni è stato arrestato dagli agenti di polizia subito dopo aver fatto una rapina nell’istituto di credito Credem di Barletta. Il ragazzino, armato con un taglierino e con il volto coperto con una calzamaglia, è entrato nella banca e, minacciandolo, ha costretto un cassiere a consegnargli il denaro, 3.600 euro. Si stava per allontanare quando è rimasto bloccato all’interno dell’impianto di entrata e di uscita dell’istituto. Sul posto sono intervenuti i poliziotti e una guardia giurata che lo hanno bloccato e arrestato. Il suo complice, un quindicenne che faceva il «palo», si è successivamente presentato al commissariato accompagnato dall’avvocato ed è stato denunciato. I due ragazzi, tra l’altro, hanno anche ammesso di essere responsabili di un’altra rapina compiuta il 31 ottobre scorso in una farmacia di Barletta.