La «baby-gang» degli estorsori

Banda di tre minorenni arrestata dai carabinieri per estorsione. Tre diciassettenni erano diventati il terrore di Ponte di Nona. L’organizzazione era solita derubare o rapinare alla fermata del bus, per poi chiedere successivamente il riscatto per la restituzione della merce sottratta. L’ultima aggressione, però, non è andata a buon fine. Un sedicenne, al mattino studente e di sera barista, rapinato per la seconda volta in una settimana, prima della catenina d’oro e poi del cellulare, ha deciso infatti di denunciare il caso ai carabinieri di Settecamini.