Baby ladri rom fermati (e liberati) 124 volte

La Moratti: «Niente sconti ai clandestini»

Baby borseggiatori fermati (e sempre liberati) non una ma 124 volte. Due ragazzini romeni, la cui età è stata stabilita in modo approssimato con la radiografia del polso in 11-12 anni per uno e in più o meno 14 anni per l’altro, sono stati bloccati dai carabinieri dopo aver borseggiato un uomo di 84 anni in via Foppa vicino al Parco Solari a Milano. L’episodio si è verificato giovedì mattina verso le 10.30. Ma la grande sorpresa è venuta dal computer: in complesso i ragazzini erano stati già controllati ben 124 volte per furti e borseggi. Consegnati all’istituto dei Martinitt sono subito fuggiti.
In attesa che venga firmato il decreto del governo che lo nominerà commissario per l’emergenza rom, il prefetto Gian Valerio Lombardi fa i conti su quanti rom sono accampati sul territorio, e i numeri sono «ballerini»: 4-5mila nei campi autorizzati, 2mila fuori città, il resto va a ingrossare l’arcipelago degli abusivi. Il presidente della Provincia Filippo Penati, parla di 23mila nomadi, per il vicesindaco De Corato «almeno 10mila nell’area metropolitana». Una cosa è chiara per tutti: sono troppi. Perciò il prefetto assicura un piano di «ripartizione degli insediamenti» su tutta la regione.