Baby Lindbergh, il primo sequestro

Il rapimento di baby Lindbergh fu definito dalla copertina del Time come il crimine del secolo. Primo marzo 1932, verso le nove di sera il piccolo Charles August Lindbergh, figlio del grande aviatore Charles, viene rapito dalla sua casa all’età di venti mesi. I genitori se ne accorsero poco dopo: la richiesta di riscatto era di 50.000$, cifra allora astronomica. Le ricerche durarono per dei mesi, fino a quando, il 12 maggio, venne ritrovato il corpo del bambino, a poche miglia dalla casa paterna. Il presunto colpevole, Bruno Hauptmann, venne condannato alla sedia elettrica.