Baby Milan non punge: niente quarto posto

da Milano

Nella serata del dramma di Ronaldo, il Livorno si guadagna con merito il pareggio grazie a un eurogol di un ragazzo di Rimini, Nico Pulzetti, autore nel finale di un errore che avrebbe potuto punire ulteriormente il Milan. Senza grandi ispiratori (Gourcuff fallisce l’ennesima prova da trequartista), e senza ricambi in centrocampo (Seedorf si arrende in mattinata per guai alla schiena), il Milan fatica a trovare la strada del gol. E quando il Livorno monta in vantaggio a inizio di ripresa con Pulzetti, Ancelotti decide per un intervento massiccio e significativo dalla panchina: via Paloschi e Gilardino, dentro Inzaghi e Ronaldo per tentare un recupero disperato. Che avviene solo parzialmente, grazie al rigore di Pirlo. Senza più Ronaldo, con le mani sul volto dolorante, e con Serginho al suo posto, il Milan generoso in Ambrosini, Pirlo e Gattuso tenta persino di vincere una partita che resta invece sospesa sul pareggio. Sotto gli occhi di Wenger, il tecnico dell’Arsenal, i rossoneri frenano così la rincorsa verso il quarto posto. Ma non è la cosa più importante accaduta ieri sera a San Siro.
LE PAGELLE
6 KALAC. Primo tempo tranquillo. Poi Pulzetti lo gela. Senza colpe.
5 ODDO. Qualcuno dovrebbe insegnargli come si fanno i cross. Uno ne azzecca, un’altra caterva ne sbaglia. Bocciato.
6,5 BONERA. Attento, preciso, senza sbavature particolari. Da Champions.
7 KALADZE. Sfiora il gol di testa al minuto 34. Una sicurezza.
5,5 FAVALLI. Ieri sera ha fatto 433 presenze in A, davanti ha solo Maldini. Sulla fascia soffre troppo Pulzetti.
7 GATTUSO. Che grinta! Dopo nemmeno un minuto ha già da dire con l’arbitro. La sua carica è già sintonizzata sulla Champions.
7 PIRLO. Gran maestro del centrocampo, tutti i palloni passano da lui. Insostituibile.
7 AMBROSINI. Corre, salta, crossa, sfiora il gol. Moto perpetuo.
5,5 GOURCUFF. Non è neppure la brutta copia di Kakà. Confuso.
6 PALOSCHI. Non è sempre domenica e Galante gli fa sentire il peso dell’esperienza. Volonteroso. Dall’ 11’ st INZAGHI 6.
5 GILARDINO. Si impegna ma non produce niente di positivo. Inguardabile. Dall’11’ st RONALDO SV. Entra, provoca il rigore, gli salta il tendine del ginocchio sinistro e se ne va in barella. Dal 16’ st SERGINHO SV.
ALL. ANCELOTTI 6 Cerca di dare la carica.