Baby musicisti di tutta Italia danno spettacolo a Firenze

Dall'8 all'11 aprile il capoluogo toscano ospita la prima convention nazionale delle scuole Suzuki. I giovanissimi artisti (dai 3 ai 18 anni) eseguiranno concerti nelle sale più prestigiose della città

Dopo Torino, Firenze. Se tre anni fa toccò alla città della Mole ospitare il raduno mondiale, sarà la patria di Brunelleschi e Machiavelli ad accogliere la convention nazionale delle scuole Suzuki. Circa mille bambini dai 3 ai 18 anni si ritroveranno per quattro giorni, dall'8 all'l1 aprile, per perfezionarsi nello studio dello strumento e dar vita a concerti aperti alla cittadinanza. Un evento anomalo in un Paese come l'Italia, così poco attento all'educazione musicale, e che forse proprio per questo si può definire straordinario. Chi per caso o avventura è mai incappato nelle performance di questi baby artisti non ha potuto che prorompere in espressioni di ammirazione e meraviglia. Perché dietro a tanta bravura non c'è l'esasperata selezione di eccezionali talenti, quanto la bontà di un metodo ormai affermatosi in tutto il mondo.
Il merito è dunque del leggendario violinista giapponese Shinichi Suzuki (stesso cognome ma nulla in comune con gli omonimi costruttori di motociclette) che in oltre 80 anni di studio, ricerca ed esperienza sul campo perfezionò il suo rivoluzionario programma di studio. Che ha un principio cardine: imparare a suonare uno strumento è come imparare la propria lingua madre. Un processo quasi «naturale» che può avvenire «per imitazione» purché si cominci in tenerissima età, dai 3 ai 5 anni.
E la miglior dimostrazione che la cosa funzioni si avrà appunto a Firenze dove i giovanissimi allievi avranno modo di confrontare le diverse esperienze ed esibirsi in concerto, condividendo passione musicale e metodo, attraverso laboratori strumentali e propedeutici per violino, viola, violoncello, pianoforte, arpa, chitarra, mandolino, flauto e Musical Garden, tenuti da docenti Suzuki e masterclass tenute da docenti di chiara fama.
Poi verranno i concerti. I piccoli musicisti delle varie scuole Suzuki italiane si esibiranno al Teatro Verdi, al Mandela Forum e in altre prestigiose sedi grazie al patrocinio del Comune di Firenze, dell'assessorato alla Pubblica istruzione del Comune e della Regione Toscana.
Momenti clou della convention, che si svolge sotto la direzione artistica della professoressa Virgina Ceri, saranno il concerto dell'Orchestra nazionale Suzuki che debutta il 10 aprile al Teatro Verdi, sotto la direzione del maestro Pavel Berman, e il grande concerto finale che, secondo lo «spirito suzukiano», vedrà riuniti al Mandela Forum tutti gli oltre mille giovani partecipanti.