Il baby-portiere Padelli fa le valigie e va a Liverpool

Anfield Road, apri gli occhi che è tutto vero: quello stadio può diventare il tuo regno, do you speak english? «Imparerò», racconta lui. Daniele Padelli,prepara la valigia che si parte. Sogna pure perché si alza il sipario. Le strade del calcio mercato sono infinite eppure possono portare dove non potresti mai pensare. Magari, dove il calcio è storia, fascino, tradizione. L'Inghilterra ti aspetta, il Liverpool ti vuole. Professione portiere, 21 anni, cresciuto nelle giovanili della Samp, proprio ieri è rientrato ufficialmente alla base dopo il prestito al Crotone. Presto che c'è un'altra storia da scrivere. Assomiglia ad una favola. Prestito per sei mesi con diritto di riscatto del club inglese: «Sono molto felice, da una parte c'è un pizzico di timore ma nel contempo non vede l'ora di iniziare questa avventura».
Oggi ritornerà a Genova dalla Calabria, e stasera prenderà il primo volo verso il destino. Lui e il suo futuro, potevi immaginare che? Liverpool, Anfiel Road, l'Inghilterra: prendiamo fiato che è un'overdose di emozioni. Un lungo respiro, prima di correre verso il domani. «Ripeto, ho molta voglia di incominciare subito: presto mi confronterò con una realtà che fino a qualche giorno fa vedevo soltanto in televisione». Il presente è questo, inizialmente sarà aggregato alla squadra "riserve", e poi? «Vedremo, l'importante è fare bene. Paura? Assolutamente no, anche altri giocatori giovani hanno tentato questa avventura. Con quale spirito l'affronterò?Lo stesso che ho avuto a Pizzighettone e al Crotone, vado in Inghilterra per dimostrare il mio valore, poi al termine della stagione vedremo cosa succederà». Dicono di lui, tranquilli perchè diventerà un grandissimo. Pensano di lui, tra qualche tempo sarà il portiere titolare della Samp. Pierluigi Casiraghi, ct della nazionale Under 21, da settembre lo aveva inserito nel suo taccuino, lo ha convocato, ha visto e quella di Vibo Valentia (amichevole con il Lussemburgo) sarà soltanto la prima volta di una lunga serie: «Certo, l'avventura azzurra può aver influito, sarebbe bellissimo poter far parte del gruppo in pianta stabile. Ma adesso devo pensare soltanto al Liverpool. Ho già realizzato un mezzo sogno, adesso per completarlo vorrei esordire in Premier League: basterebbe soltanto pochi minuti. Devo essere sincero, il calcio inglese mi è sempre piaciuto: dentro e fuori dal campo».Adesso, lo potrà vivere da protagonista. Vicino a campioni come Gerrard. Non serve altro, basta solo la parola. È pronto, attende soltanto l'ora ics, viaggerà da solo verso l'Inghilterra. Domani lo raggiungerà anche il suo procuratore Silvano Martina, ex portiere rossoblù. «Ripeto, sono pronto: questo era un treno che bisognava prendere al volo, occasioni così ti possono cambiare la vita e la carriera. Non è un addio ma soltanto un arrivederci».
Lui e l'Anfiel Road, Padelli e il Liverpool, un pallone e quell'idea stupenda made England. È tutto vero, vuole soltanto un'occasione. Stupirà anche laggiù. Vi piace il finale?