Il bacio di Di Pietro «scalda» l’estate romana

Caccia alla dama nera. Chi sarà la misteriosa fanciulla sorpresa in teneri atteggiamenti con l’ex pm di Mani pulite, Tonino Di Pietro, oggi leader dell’Italia dei Valori? Chi potrebbe aver rubato il cuore, magari solo per un attimo, al politico che più di tanti altri è il fustigatore dei vizi privati? Oppure sarà colpa del solito paparazzo ben appostato per le strade di Roma che ha semplicemente scambiato per effusioni fin troppo espansive quello che era solo un bacio di saluto verso un’amica di vecchia data?
Misteriosi quesiti che attendono una risposta. Per ora però le gesta galanti di Tonino sono state adocchiate da Alfonso Signorini, il direttore del settimanale Chi che le pubblica sul numero in edicola oggi. Ora bisognerà attendere fiduciosi. Qualcosa accadrà. Il bacio di Tonino che accompagna il dono semplice e innocente di un palloncino giallo potrebbe rivelarsi trappola fatale più del celebre «galeotto fu il libro e chi lo scrisse» che incastrò Paolo e Francesca.
Quegli scatti certo immortalano un atteggiamento dolce che stempera le tensioni politiche degli ultimi mesi. Un periodo infuocato che Tonino ha trascorso a Roma, lontano dalla moglie Susanna Mazzoleni e dai tre figli. Ora lo attendono le vacanze che potrebbero rivelarsi bollenti, non solo per la temperatura agostana che aspetta i vacanzieri ai prossimi esodi.
Galeotto fu il clic e chi lo scattò, insomma. Ma siamo proprio sicuri che l’ex pm abbia qualcosa sulla coscienza? Per una volta pensiamo bene, almeno non si farà peccato...