Bagdad, autobomba in un mercato: 26 morti e 50 feriti

Bagdad - Sale a 26 il bilancio delle vittime dell'esplosione di questa mattina in un mercato di libri usati in una zona centralissima di Baghdad. L'attentato è stato provocato da un'autobomba con a bordo un kamikaze. I feriti sono una cinquantina. L'area commerciale dove è avvenuta l'esplosione è una zona mista, frequentata da sciiti e sunniti. Si tratta però ancora di un bilancio provvisorio, ha sottolineato l'emittente, aggiungendo che secondo le prime ricostruzioni l'attentato è stato compiuto da un attentatore suicida a bordo di una autobomba, che ha innescato l'esplosivo in un momento in cui apparentemente non aveva attorno alcun militare americano o iracheno, quindi con un obiettivo dichiaratamente civile.

Distruzione L'esplosione è stata particolarmente potente e ha provocato il crollo di numerose abitazioni della zona, un quartiere di strade strette su cui si affacciano molti negozi e bancarelle di libri, sulla riva Est del Tigri, e in cui abitano sia sciiti sia sunniti. Molte persone giacciono ancora sotto le macerie o nei negozi in fiamme e molte altre sono ferite molto gravemente e pertanto si ritiene che il numero dei morti sia destinato a salire, ha detto ancora l'emittente aggiungendo che questa mattina a Baghdad gli attentati sono stati almeno tre. Gli altri due, ha detto la fonte, sono avvenuti uno nei pressi del ministero delle finanze e uno nel quartiere Shaab, al passaggio di una pattuglia americana. In entrambi i casi il bilancio delle vittime non è ancora stato reso noto e le due zone sono state isolate dalle forze di sicurezza.