Bagdad, battaglia fra marines e miliziani: 50 morti

Bagdad - Almeno 50 guerriglieri sono stati uccisi e 21 sono stati catturati nel corso di feroci scontri avvenuti a Bagdad tra uomini armati e truppe statunitensi e dell'esercito regolare iracheno. Lo ha annunciato un portavoce del ministero della Difesa iracheno, il
generale Ibrahim Shakir.
Teatro della battaglia violenze è stata la zona di Haifa Street, una
roccaforte sunnita, dove quasi 100 persone hanno perso la vita
da sabato scorso. La notizia degli scontri ad Haifa street è
stata però smentita da un portavoce delle forze Usa. Nonostante la smentita, però, è probababile che l'operazione si inquadri nelle nuove strategie militari che Washington ha preannunciato di voler mettere in campo in occasione del cambio ai vertici delle forze armate, strategia che prevede massicci interventi preventivi non solo contro i terroristi, ma aanche contro i gruppi armati di miliziani.