Baget Bozzo Genova perde il suo intellettuale più grande e controcorrente

di Era profondissimamente, intimamente legato a Genova, anche se lui, Giovanni Battista Baget Bozzo, per tutti «don Gianni», spentosi ieri mattina a 84 anni, nato a Savona e vissuto molto tempo nella capitale, a Genova era venuto a vivere più avanti, già trentenne, a metà degli anni Cinquanta. Ma aveva legato subito con la città e, soprattutto, con i genovesi, pur rimanendo - o forse proprio per questo - sostanzialmente un solitario. Che non significa e non ha mai significato per lui, intellettuale di razza apprezzato (e avversato...) a livello nazionale e oltre, (...)