Bagnante annegato: condannato il Comune

Il comune di Gaeta dovrà risarcire i familiari di un uomo annegato per salvare due persone in difficoltà poiché nel tratto di spiaggia libera dove si è verificata la disgrazia non c’era un’assistenza adeguata. Lo stabilisce una sentenza esecutiva della sezione di Gaeta del Tribunale di Latina contro la quale il Comune non è ricorso. Alla famiglia di Vincenzo Caserta, trentenne maresciallo dell’Aeronautica originario di Castel Morrone, andranno 400mila euro. Il militare annegò il 5 luglio 1998 nel tentativo di salvare due giovani bagnanti.