Bagnasco ai politici: "All'Italia serve il dialogo" Scambio Cesa-Gasparri: "Non alzate l'asticella"

Il presidente della Cei davanti a Schifani, Casini, Giovanardi, Quagliariello e Gasparri: "Il mondo politico è
chiamato a essere un punto di riferimento dell’arte del dialogo". Il leader Udc: "Parole dettate dall'amore per l'Italia". Scambio fitto tra Cesa e Gasparri: "Vi abbiamo già votato tantre cose..."

Roma - "C’è bisogno di apertura e dialogo nella famiglia, nella società, nelle articolazioni dello Stato che altrimenti si inceppano" e questo "vale anche per la politica". È la raccomandazione che il presidente della Cei, Angelo Bagnasco, lancia al mondo della politica in una messa prenatalizia a Sant'Ivo alla Sapienza alla quale partecipano il presidente del Senato, Renato Schifani, e molti parlamentari tra cui Pier Ferdinando Casini, Carlo Giovanardi, Gaetano Quagliariello, Maurizio Gasparri. L’invito del cardinale che presiede la conferenza dei vescovi italiani è a promuovere "un dialogo vero" che si realizza solo quando c’è la volontà di ascoltarsi. "Perché il dialogo non diventi una nebbia di parole - spiega Bagnasco - deve rispettare alcune leggi: prima di tutto ci vuole la volontà di dialogare perché se la volontà è inquinata manca la voglia di ascoltarsi. Allora diventa un dialogo tra sordi, dove tutto è distorto e urlato nei toni e nelle parole". Questo vale soprattutto "per il mondo politico che è chiamato ad essere un punto di riferimento dell’arte del dialogo" e i politici devono essere animati "da un pensiero onesto e dalla consapevolezza di rappresentare persone che vogliono guardare con fiducia a loro".

Casini apprezza Le parole pronunciate nella sua omelia da monsignor Bagnasco sono "importanti, sono parole molto significative dettate dal grande amore della Chiesa per l’Italia". Lo ha detto il leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini. Nell’appello al dialogo contenuto nell’omelia di monsignor Bagnasco riecheggia, per il leader centrista, l’insieme dei valori per i quali "senz’altro la Chiesa è un punto di riferimento importante per l’unità nazionale e ci indica i valori comuni validi per tutti. E il suo appello al dialogo - conclude - è reale, concreto e mai strumentale".

Scambio di battute Cesa-Gasparri Complice l’omelia del cardinale Bagnasco il segretario del’Udc, Lorenzo Cesa, e il presidente dei senatori Pdl, Maurizio Gasparri, hanno avuto un fitto dialogo all’interno della chiesa di Sant’Ivo alla Sapienza. I giornalisti hanno captato alcune parole di Cesa a Gasparri: "Non alzate sempre l’asticella... Oggi alla Camera vi abbiamo già votato tutta quella roba sui rifiuti, che non dovevamo votare...".